Le 10 auto più memorabili degli anni Sessanta

Gli anni Sessanta sono stati molto produttivi in termini automobilistici. Molti dei modelli più amati dagli appassionati di motori sono nati proprio in quel decennio. Nella serie targata Alpha Officina59 ci è capitato spesso di ammirare quelle vetture che hanno fatto la storia e che oggi valgono diversi milioni di euro. Scopriamo quali sono le auto più memorabili degli anni Sessanta.

10. BOSS 429 MUSTANG
Verso la fine degli anni Sessanta la Ford ha creato una versione speciale della Mustang. Il marchio voleva, infatti, un modello che potesse partecipare alle gare Nascar. Fu eliminato il sistema d'aria condizionata, furono modificati i parafanghi e introdotto un nuovo motore da 375 CV. Poi il volante fu affidato al pilota Cale Yarborough con l'ordine “ora vai e vinci!”.


9. TOYOTA 2000 GT
Questo goiellino giapponese inspiegabilmente non ha goduto di molta fama in Occidente. Eppure in ambito sportivo ottenne risultati eccezionali tanto da diventare in breve tempo l'auto preferita di Carrol Shelby. Qualche anno fa una Coupé del 1967 è stata venduta per 1.16 milioni dollari, record assoluto per un'auto asiatica!



8. MINI COOPER
In una calssifica di bolidi abbiamo inserito un'auto nata come utilitaria. La Mini, creata in casa BMC nel 1959, ha subìto dopo solo un anno l'evoluzione “sportiva” che tutti conosciamo. Il risultato? La Mini Cooper con una cilindrata di 997 cm³.

7. ALFA ROMEO SPIDER DUETTO
La Duetto è una delle auto Alfa Romeo più conosciute al mondo. Il merito è dei designer Aldo Brovarone e Franco Martinengo, i quali sotto la direzione di Battista Pinfarina riuscirono a “sfornare” un prodotto che non sfigura nemmeno davanti alla più famosa Giulia.

6. CHEVROLET CAMARO
Negli stessi anni in cui la Ford proponeva la Mustang, la Chevrolet lanciava la Camaro. La casa americana ad oggi è arrivata alla sesta generazione del modello campione di vendite. Bumblebee di Transformers è stata l'ultima genialata in chiave marketing!

5. ASTON MARTIN DB5
Fari sporgenti, muso pronunciato, stile accattivante, l'auto è stata la fedelissima compagna di James Bond nei film con un giovane Sean Connery come protagonista. Fu prodotta per soli due anni tra il 1963 e il 1965.

4. FERRARI 250 GTO
Correva l'anno 1962 quando la Ferrari decise di pensionare la Berlinetta Shot Wheel Base e lanciare la 250 GTO. Il batterista dei Pink Floyd Nick Mason ne comprò una che conserva ancora oggi nella propria collezione d'auto d'epoca.

3. LAMBORGHINI MIURA
C'è qualcosa nelle forme della Miura (fatta eccezione per la versione Jota) che la rende non molto dissimile dalle odierne supercar. La P400 fu prodotta in 275 esemplari con una potenza di 260kW. Dimenticavamo: la tradizione taurina della Lamborghini è nata proprio con la Miura (dall'allevatore di tori Don Eduardo Miura Fernandez).

2. SHELBY COBRA
Forgiata nella mente del pilota Carroll Shelby, questa sportiva ha un telaio e un design unico. Motore Ford e carrozzeria inglese sono il binomio perfetto della due posti degli anni Sessanta che oggi vale un mucchio di quattrini.

1. JAGUAR E-TYPE
Con tutta probabilità entro il 2020 la Jaguar riproporrà sul mercato la E-Type in versione elettrica. Il modello classico, invece, fu definito da Enzo Ferrari come “l'auto più bella mai costruita”. Per questo ringraziamo i disegnatori Malcom Sayer e William Lyons.



© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)