Ivan Zaytsev: la vita e le vittorie dello Zar della pallavolo italiana

Ivan Zaytsev è da anni uno dei punti di forza della Nazionale italiana di pallavolo. Lo schiacciatore di origini russe proviene da una famiglia di grandi sportivi: il padre Vjaceslav è stato un campione del volley dell'URSS negli anni Ottanta, la madre Irina, invece, è un ex nuotatrice plurimedagliata.
Zaytsev cresce così con il mito della cultura del lavoro e della disciplina di stampo sovietico che alla lunga lo portano ad essere un ragazzo ribelle.

La svolta della carriera avviene nel periodo di permanenza nella M. Roma Volley quando, grazie al supporto del direttore sportivo Vittorio Sacripanti, decide di abbandonare il ruolo da palleggiatore per migliorare nelle schiacciate. Questa decisione gli permette di sfruttare al massimo la propria prestanza fisica e i 202 cm di altezza. Ingaggiato nel 2012 dalla Lube Macerata, con la quale conquista subito una Supercoppa Italiana e uno Scudetto l'anno successivo, affina sempre di più la propria tecnica fino a conquistarsi il soprannome di “Zar” della pallavolo.


Il rapporto conflittuale con il ct azzurro Mauro Berruto e il conseguente allontamento per motivi disciplinari dal giro della nazionale gli provoca un periodo di crisi interiore dal quale esce con forza di volontà e duri allenamenti. La crescita a livello caratteriale gli permette di rimettersi in gioco con coraggio lasciandosi alle spalle i problemi del passato.

L'occasione del riscatto gli capita alle Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016. Zaytsev trascina la Nazionale Italiana in fondo al torneo anche grazie ad un prestazione maiuscola nella semifinale contro gli Stati Uniti. L'ultimo round dei Giochi però finisce con una secca sconfitta contro i padroni di casa del Brasile che non gli nega comunque una meritata medaglia d'argento. Nel suo palmares troviamo anche un bronzo alle Olimpiadi di Londra del 2012, due argenti ai Campionati Europei, una Coppa Cev e una Coppa dell'Emiro. Attualmente in forza al Perugia Volley, lo Zar ha già messo nel mirino il grande traguardo della carriera: l'oro ai Giochi di Tokyo nel 2020.

Per saperne di più sul gigante della pallavolo segui la prossima puntata di Campi di Battaglia, giovedì 15 marzo alle 23.05 sul canale 59 del digitale terrestre!





© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)