Chef in camicia: focus sul salmone e sul riso

Il salmone dell'Atlantico è uno dei pesci più apprezzati in ambito gastronomico, tanto da essere stato selezionato come ingrediente di puntata nella serie Chef in camicia. Questo pesce, presente un po' in tutto l'Oceano Atlantico dal Canada fino alle coste nord europee, è diventato con il tempo un simbolo e un prodotto tipico della Norvegia.

Durante la riproduzione sia i maschi che le femmine risalgono i tratti di fiume contro corrente: nell'acqua dolce i piccoli, chiamati anche parr, passano da 2 a 5 anni prima di iniziare un nuovo percorso. Il processo di smoltificazione permette all'animale di trasformare il proprio organismo per adattarsi all'acqua salata del mare. Il pesce adulto, che intanto ha preso il nome di smolt, può raggiungere il metro e mezzo e i 40 kg di peso. Si ritiene che il tipico colore rosa sia determinato da una dieta principalmente costituita da crostacei e piccoli pesci. 

La carne del salmone è un alimento ad alta digeribilità, con un buon tasso di proteine e grassi polinsaturi. Se mangiato crudo (o cotto non ad alte temperature) conserva i grassi omega 3, i quali secondo studi recenti non aiuterebbero però a ridurre il rischio di contrarre malattie cardiovascolari.

D'altra parte è innegabile che una buona concentrazione di vitamina B1, B6 e B12 e sali minerali quali fosforo e selenio fanno di questo prodotto uno dei più salutari e ricchi di nutrienti sul mercato.



Il secondo ingrediente che ha deliziato i palati degli chef è il riso, il cereale più consumato al mondo. In Asia viene considerato importante almeno quanto la pasta e il pane in Italia. Intere regioni orientali sono coltivate a riso per soddisfare il bisogno alimentare di centinaia di milioni di persone. In alcuni casi i terrazzamenti danno vita a splendidi paesaggi come a Sapa (Vietnam), Tegalalang (Indonesia) o Longsheng (Cina). Nel nostro paese il riso ha influenzato la cucina di diverse regioni: basti pensare alle famose arancine che sono un vero e proprio simbolo della Sicilia.

Ma anche la gastronomia milanese ha saputo far tesoro di questo cereale, sia per quanto riguarda la coltivazione (concentrata in Lombardia soprattutto nella provincia di Pavia) sia per quanto riguarda le pietanze. In questo senso il famoso risotto alla milanese è un punto di riferimento per Nicolò, Andrea e Lello, desiderosi di portarci sempre alla scoperta degli angoli nascosti e dei locali di Milano.

Siete pronti a scoprire quale sarà il prossimo ingrediente di puntata? Vi aspettiamo sul canale 59 con una nuovo episodio tra i fornelli.





© Copyright DeA 59 S.r.l. 2017 - P.IVA 02405400033
DeA 59 S.r.l., Società con Socio unico - Sede legale in Novara, Via Giovanni da Verrazano n. 15 - Codice fiscale ed iscrizione al Registro delle Imprese di Novara n. 02405400033 - Capitale sociale Euro 10.000,00 i.v. - Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento di De Agostini Editore S.p.A. con sede legale in Novara, Via Giovanni da Verrazano n. 15.