Le armi impiegate nella Guerra del Pacifico

La Guerra del Pacifico a colori è un documentario in onda su Alpha che ricostruisce le cause e le conseguenze del conflitto combattuto nel teatro asiatico nella Seconda Guerra Mondiale. In questo articolo scopriamo alcune delle armi in dotazione all'esercito statunitense e giapponese, ma per maggiori approfondimenti non perdetevi gli episodi della serie.

Sommergibili tascabili – I sommergibili tascabili sono delle imbarcazioni da immersione molto piccole rispetto a quelle tradizionali. Solitamente ospitano al massimo 3 persone e vengono utilizzati per attaccare porti, fari o fortificazioni lungo la costa. Durante il bombardamento di Pearl Harbor la Marina Imperiale Giapponese si servì di 5 di questi sommergibili per dare l'inizio all'assalto.

B-29 Superfortress – Il principe dei bombardieri soppiantò il B-17 e divenne l'arma in più degli Stati Uniti. Da due di questi velivoli, soprannominati Enola Gay e Bockscar, furono sganciate le bombe atomiche sulle città giapponesi. La realizzazione dell'aereo, neanche a dirlo, fu affidata alla Boeing.

Type 99 – Il Giappone produsse più di 50mila di queste mitragliatrici nel corso degli anni Quaranta per far fronte alla Guerra nel Pacifico. Le armi non soppiantarono mai il Type 38 ed alcuni problemi economici causati dal conflitto determinarono un sensibile abbassamento della qualità del prodotto tra il 1944 e 1945.



Amtrack – La sigla sta per Amphibiuos Tracked, cioè una serie di mezzi anfibi utilizzati dagli Stati Uniti nel corso della WWII. Furono impiegati principalmente in operazioni di sbarco alle Isole Aleutine e Salomone, nelle Isole Marshall e nelle Marianne soprattutto nell'assalto alle fortificazioni di Saipan e Guam.

Dragamine – I dragamine servirono sia a Stati Uniti che Giappone per ripulire le acque “infestate” dalle mine. Grazie a dei sistemi di dragaggio queste speciali navi militari riuscirono a far esplodere senza conseguenze le bombe galleggianti e sui fondali.

Bomba atomica – La bomba che ha messo fine al conflitto mondiale ha praticamente raso al suolo Hiroshima e Nagasaki. Mai nella storia l'uomo aveva sperimentato una potenza di tale entità: Little Boy, il primo ordigno sganciato dagli americani, pesava circa 4mila kg per una lunghezza di tre metri.

B5N2 - Il B52N sostituì i modelli precedenti grazie all'adozione di un motore più efficiente da 1000 CV. L'aereo nipponico, che fu protagonista nell'attacco a Pearl Harbor, successivamente affondò tre portaerei americane, tra cui la famosa USS Yorktown nel corso della Battaglia delle Midway.

Nei documentari di La Guerra del Pacifico a colori troverete informazioni più dettagliate su queste e altre armi devastanti dei due schieramenti. Vi aspettiamo sul canale 59 per non mancare all'appuntamento con la storia. Tutte le informazioni sulla programmazione sono disponibili sulla nostra Guida Tv.





© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)