Ecco la prima foto di un buco nero

Il 10 aprile 2019 diventerà una giornata storica per l'astrofisica. Alle 15.00 sei conferenze stampa internazionali in simultanea hanno mostrato al pubblico la prima foto di sempre riguardante un buco nero. 
Questa immagine è stata sviluppata grazie all'apporto simultaneo di 8 radiotelescopi in tutto il globo, nell'ambito del progetto Event Horizon Telescope (EHT), che ha visto coinvolti oltre 200 ricercatori provenienti da più di 60 istituiti scientifici, fra i quali l'Istituto Nazionale di Astrofisica.
L'immagine mostra un anello formato dalla luce che si unisce all'intensa gravità attorno al buco nero. Questo corpo celeste è 6,5 miliardi di volte più massiccio del Sole, e grazie all'esclusiva foto si apre una nuova prospettiva sugli studi dei buchi neri stessi, sull'orizzonte degli eventi e sulla gravità. 


Questa importantissima scoperta dimostra la correttezza della teoria della relatività generale di Albert Einstein. Fabio Pacucci, fisico italiano esperto di buchi neri, spiega infatti che: "la Relatività Generale prevede che l'ombra dell'orizzonte degli eventi sia circolare. Forme alternative suggeriscono deviazioni dalla teoria di Einstein in regime di campo molto forte, o 'strong field', quello misurato nelle immediate vicinanze di un orizzonte degli eventi. Lo studio dello spazio prossimo all'orizzonte degli eventi aprirà, letteralmente, nuovi orizzonti nello studio dell'accrescimento e dell'irradiazione da parte di buchi neri".





Foto di Event Horizon Telescope (EHT)





© Copyright DeA 59 S.r.l. 2017 - P.IVA 02405400033
DeA 59 S.r.l., Società con Socio unico - Sede legale in Novara, Via Giovanni da Verrazano n. 15 - Codice fiscale ed iscrizione al Registro delle Imprese di Novara n. 02405400033 - Capitale sociale Euro 10.000,00 i.v. - Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento di De Agostini Editore S.p.A. con sede legale in Novara, Via Giovanni da Verrazano n. 15.