Una donna Alpha: Kiara Fontanesi

Kiara Fontanesi è la stella del Motocross femminile, nonché la pilota più vincente nella storia di questa categoria. Dal 2012 al 2018 ha conquistato ben 6 titoli mondiali, collezionando record e decretando una sorta di egemonia interrotta solo nel 2016 dalla francese Livia Lancelot.

Kiara (all'anagrafe Chiara) ricevette la prima moto all'età di tre anni: una Yamaha PW50 che le era stata regalata dal padre appassionato di motori. Dopo soli tre anni iniziarono ad arrivare i primi risultati. Prima una vittoria al Trofeo Lemn, poi diversi successi nelle gare di minicross.

Nel 2007 arrivò un'altra grande soddisfazione negli Stati Uniti e, più precisamente, al Loretta Lynn's Vault Trophy. La pilota nostrana si classificò al primo posto in una delle competizioni più importanti per quanto riguarda i giovani del motocross.


Dal 2010 in poi è una lunga sequenza di successi. Un campionato italiano dopo l'altro, Fontanesi inizia a prendere confidenza anche con i palcoscenici internazionali. Il sogno dichiarato di vincere il Mondiale si materializza per la prima volta nel 2012 quando, in sella ad una Yamaha YZ F-250, sbaraglia tutte e porta a casa 5 Gran Premi e 10 manche.

Ma il titolo iridato più bello è stato sicuramente quello conseguito lo scorso 30 settembre. Ad Imola, davanti al pubblico italiano, con una gara al cardiopalma diventa campionessa per la sesta volta in carriera. I festeggiamenti incontenibili hanno addirittura provocato la chiusura di un tratto della Via Emilia. A soli 24 anni la pilota parmigiana è la più giovane sportiva italiana ad avere in bacheca sei titoli mondiali.

Nel 2013 ha anche partecipato al reality show Miss Cross insieme ad Eleonora Rossi con l'obiettivo di far avvicinare i ragazzi al Motocross. Proprio su questo aspetto la nostra donna Alpha ha parlato chiaramente: «Il cross in generale è nell'ombra. Se una cosa non la fai vedere in tv, non acquista popolarità - ha dichiarato Kiara in un'intervista per La Gazzetta dello Sport - Però sono molto contenta della mia carriera: è uno sport prettamente maschile e gareggiare per le donne è ancora più faticoso. Un merito che mi viene riconosciuto, oggi sono molto contenta per come vengo considerata».



© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)