Portaerei Cavour, orgoglio della Marina Militare Italiana

L'Italia è la seconda potenza al mondo per quanto riguarda le portaerei. Solo gli Stati Uniti dispongono di una forza superiore con 10 navi di questa categoria.

La nave ammiraglia della nostra flotta è la Cavour, una portaerei STOVL (Short Take Off and Vertical Landing) fiore all'occhiello della Marina militare italiana.

La costruzione è stata affidata nel 2001 a Fincantieri ed il completamento è avvenuto nel 2008. L'inaugurazione e l'entrata in servizio è stata effettuata nel giugno 2009 in presenza del Capo dello Stato Giorgio Napolitano e del Ministro della Difesa Ignazio La Russa. Il nome dato alla nave è un omaggio non solo al politico che ha contribuito all'Unità d'Italia, ma anche alla corazzata Conte di Cavour, affondata dagli inglesi a Taranto nel 1940.


L'imbarcazione ha un ponte di volo di 234 metri e ben 6 punti di decollo. Può imbarcare elicotteri ed aerei, fra i quali gli AV8B (decollo corto ed atterraggio verticale), gli EH101 e gli NH90.
Il motore è formato da 4 turbine a gas per un totale di 120mila cavalli di potenza, un record se si escludono le navi a propulsione nucleare. L'apparato elettrico si basa, invece, su 6 diesel elettrici Warstila più due generatori. Dal punto di vista degli armamenti, anche grazie alla collaborazione con alcune aziende francesi, la nave è in possesso di strumenti di primissimo livello: mitragliatrice 25/80 KBA, cannoni calibro 76 mm, un sistema missilistico SAAM-IT. L'hangar adibito alla manutenzione dei mezzi è largo 21 metri e largo 134 e può contenere fino ad 11 aeromobili.

Nel complesso la Cavour può essere definita come una multiruolo che può svolgere diversi funzioni. Da una parte è il gioiello della Difesa, dall'altra assolve anche a compiti di soccorso umanitario. Non solo una portaerei da utilizzare nei teatri di guerra, ma anche una piattaforma logistica ed anfibia in grado di svolgere le più svariate operazioni (anche a supporto della Protezione Civile). Inoltre, i sofisticati sistemi di comunicazione e le apparecchiature mediche la rendono un'imbarcazione deputata a diventare un'unità di comando e controllo o una nave ospedaliera.

Per saperne di più su questa magnifica nave italiana, non lasciatevi scappare lo speciale Mega Portaerei in onda su Alpha. Consultate la nostra Guida Tv per conoscere meglio la programmazione.





© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)