Hitler ed Eva Braun: un amore passionale e controverso

Il rapporto tra Adolf Hitler ed Eva Braun è sempre stato controverso, convulso, quasi psicotico. La Braun fin da piccola ha un carattere ribelle, una sorta di avversione verso gli insegnanti del liceo e il sogno di diventare una stella nel mondo dello spettacolo.

La famiglia Braun è facoltosa, possiede una cameriera e un'automobile, privilegio che alla fine degli anni Venti è riservato a poche persone. Forse anche sfruttando una rete di conoscenze Eva nel 1929 riesce ad iniziare la propria carriera presso lo studio di Heinrich Hoffmann, il fotografo ufficiale del partito nazionalsocialista.

Dopo pochi mesi avviene il primo incontro con il Führer: è l'inizio di una tenera amicizia che dopo qualche anno si tramuterà in amore. «Improvvisamente entrò il capo con un signore di una certa età, con dei buffi baffetti, un impermeabile chiaro di stile inglese e in mano un gran cappello di feltro» – scriverà la donna in merito al primo incontro con il futuro marito.

Poi però la passione travolge i due. Eva per gelosia tenta addirittura il suicidio per ben due volte. Gli impegni di Hitler per la campagna elettorale del 1932 separano la coppia per diverse settimane: la donna impazzisce e il 1 novembre si spara un colpo di pistola in bocca, ma per fortuna sbaglia la mira e si salva.



Con il passare degli anni la situazione, però, non cambia. E così nel 1935 Eva ingerisce un grande quantitativo di sonnifero e viene salvata disperatamente dalla sorella Ilse. La Braun, innamorata follemente del capo del nazismo, riesce a vivere nel lusso e a coronare i propri sogni, anche se il rapporto fra i due amanti è spesso ambiguo e stravagante. Hitler è schivo e taciturno, ha una sorta di ossessione per l'igiene e spesso non è presente.

«Gli uomini molto intelligenti devono prendersi una donna primitiva e stupida. Provi a immaginare se dovessi avere una moglie che mettesse il naso nel mio lavoro! Nel tempo libero voglio avere la mia tranquillità… non posso sposarmi» – disse Hitler parlando del vincolo del matrimonio.

Tuttavia, negli ultimi giorni di vita anche il granitico Führer cede al desiderio dell'amante. Il 29 aprile 1945, a circa 40 ore dal suicidio di entrambi, Hitler ed Eva Braun si sposano nelle stanze del Führerbunker (l'ultimo nascondiglio dei capi nazisti durante la battaglia di Berlino) dopo anni di convivenza.

Per conoscere meglio gli ultimi giorni di vita di Hitler seguite le puntate di Hunting Hitler, la serie che propone una versione alternativa alla storia che abbiamo sempre studiato. Sulla nostra Guida Tv troverete la programmazione settimanale!





© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)