Animali fantastici: i segreti sui rapaci e sui rettili

I rapaci da sempre hanno affascinato gli esseri umani. Nell'Antica Roma l'aquila era il simbolo del potere e delle insegne imperiale: i latini erano soliti usare il motto Aquila non capit muscas ("l'aquila non cattura le mosche") a testimonianza della magnificenza dell'uccello.

I rapaci sono in grado di individuare le prede - il più delle volte roditori, piccoli mammiferi, altri uccelli o rettili – anche da grandi distanze grazie ad un occhio fra i più complessi in natura. Un topo che fugge tra i cespugli viene facilmente avvistato, ad esempio, da un'aquila reale a 100 metri di altezza. Non è da meno il falco, dal quale deriva il celebre modo di dire “occhio di falco” ad indicare una vista molto sviluppata.


I falconidi hanno degli occhi enormi, visibilmente sproporzionati rispetto alla dimensione della testa, con i quali percepiscono molti più colori degli uomini e addirittura gli ultravioletti. I gufi, al contrario, sono cacciatori notturni e sono costretti a catturare la poco luce circostante con le cellule sensoriali.


Armi diverse, ma non meno efficienti, sono quelle di alcuni rettili. Questa classe di vertebrati racchiude un'ampia varietà di forme di vita che ha saputo adattarsi agli ambienti marini quanto a quelli terrestri. I loricati, ovvero i coccodrilli, popolano il nostro pianeta da circa 90 milioni di anni, dal Cretaceo superiore. La forza mandibolare di questi animali è in grado di fracassare le ossa di antilopi, scimmie, canguri e talvolta uomini se viene invaso il loro territorio. È in cima alla catena alimentare in tutti gli habitat in cui vive: nel Nilo, nel nord dell'Australia, in India, nel Mississippi, in gran parte del Sudamerica.


Del gruppo dei rettili supepredatori fanno parte anche diverse specie di serpenti. Il mamba nero, forse l'ofide più temibile del continente nero, può raggiungere i 3 metri e mezzo e la velocità di 20 km/h. Le ghiandole velenifere posso iniettare neurotossine che immobilizzano quasi istantaneamente la preda. Ma se pensate che sia il più velenoso in natura siete lontani dalla verità. Il terrore del sudest asiatico si chiama Vipera di Russell, serpente con un'emotossina nelle ghiandole velenifere considerata come tra le più letale nel regno animale.

Per scoprire tutti i segreti sulle tecniche di caccia dei rettili e dei rapaci non perderti le puntate di Animali Fantastici, solo sul canale 59 del digitale terrestre! Per info sugli orari consulta la nostra Guida Tv!





© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)