Burj Khalifa: i segreti del grattacielo piu' alto del mondo

Quando ci sono i soldi tutto è più facile. Lo sanno bene negli Emirati Arabi soprattutto quando c'è da investire in opere faraoniche con un grande ritorno mediatico. Il Burj Khalifa rappresenta al meglio la grandeur degli sceicchi che nell'ultimo decennio, complici i grandi guadagni dal commercio del petrolio, hanno saputo trasformare un territorio desertico in un centro finanziario di livello mondiale. La costruzione del grattacielo di Dubai è iniziata il 21 settembre del 2004, dopo soli 5 anni i lavori erano conclusi.


L'emiro Mohammed bin Rashid Al Maktum nei primi anni Duemila decise di rilanciare l'economia emiratina anche nel settore turistico. Il progetto fu affidato dalla Emaar Properties (società di Dubai leader nel settore immobiliare e quotata in borsa) allo studio Skidmore, Owings and Merrill LLP finanziato da una joint venture formata dalla Samsung C&T, dalla Arabtec e dalla Besix.


La crisi successiva alla bolla immobiliare del 2008 rallentò i lavori a tal punto da determinare un ritardo di circa di due anni sulla tabella di marcia. Solo grazie all'intervento di Khalifa bin Zayed al Nahayan (a cui è intitolato il grattacielo), emiro di Abu Dhabi, il progetto proseguì fino all'inaugurazione avvenuta il 4 gennaio 2010 con una sfarzosa cerimonia pubblica.
Il Burj Khalifa è attualmente il grattacielo più alto del mondo con 829,80 metri, superando di più di 300 metri il record precedente del Taipei 101 (Taiwan). Senza dubbio i numeri relativi alla perla di Dubai sono impressionanti: 162 piani, 344mila metri quadri di superficie, 58 ascensori che possono raggiungere i 40 km/h, 39mila tonnellate d'acciaio, un costo totale stimato sui 2,5 miliardi di euro.



Tra il 112esimo e il 154esimo piano ci sono le Corporate Suites, cioè gli immobili più prestigiosi destinati ai clienti più abbienti. L'ingresso alle suites aziendali è rappresentato da una Sky Lobby con viste panoramiche mozzafiato; a fianco c'è il Corporate Club, una business lounge di prima classe a cui si accede grazie a degli ascensori riservati.

Al 148esimo piano c'è una terrazza con un cannocchiale per osservare l'area circostante dall'alto, gli ultimi piani, invece, sono dedicati alle radio e alle tv. Il palazzo è un vero e proprio gioiellino dell'ingegneria destinato a primeggiare ancora per poco tempo: nel futuro prossimo, infatti, nuove megacostruzioni sono pronte a superare il chilometro di altezza!

Non perdetevi l'appuntamento con Megagrattacieli: Burj Khalifa, in onda su Alpha! Per maggiori informazioni consultate la nostra Guida Tv!



© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)