I pesci piu' strani del nostro paese

Da domenica 16 dicembre Roberto Ripamonti ci presenterà Destinazione Pesca, il documentario di Alpha che ci porterà a conoscere meglio gli specchi d'acqua e i pesci del nostro paese. La pesca sportiva è ormai un'attività che in Italia coinvolge milioni di appassionati che sul canale 59 del digitale terrestre ora potranno scoprire molti trucchi del mestiere. Intanto, per prepararci a solcare mari e fiumi, diamo un'occhiata ad un elenco di pesci...piuttosto strani che abitano le acque italiane.

- BAVOSA CORNUTA
La bavosa cornuta non è certamente un esempio di bellezza. Vive in prossimità di scogli o su fondali non troppo profondi e presenta due piccole corna sulla testa e una pinna dorsale singolare. Il movimento avviene con piccoli buffi balzi.



- PESCE TOPINO


Come chiarisce il nome, il pesce topino possiede una forma simile ad un ratto. Il corpo si restringe sempre di più in direzione della coda, gli occhi sono piuttosto grandi e sproporzionati, la vescica natatoria può emettere dei suoni. Lo si può trovare nel Mar Ligure e in generale in tutto il Mediterraneo.


- PESCE CHITARRA
Altrimenti noti come pesci violino, questi pesci presentano una testa piatta a forma triangolare che li fanno somigliare alle razze o agli squali. Riescono a sopportare la pressione fino a circa 10 metri di profondità: ad oggi sono quasi scomparso dalle coste siciliane, mentre è più facile reperirli in altre parti del Mediterraneo.


- OPAH
Questa specie ha la corporatura tozza e le pinne di un color rubino intenso. Può superare anche i 50 kg di peso e i due metri di lunghezza; è raro, ma tuttavia presente, anche nel Mar Mediterraneo.


- BUDEGO
Il Budego spesso viene confuso con la rana pescatrice, specie da cui si differenzia per alcune caratteristiche. Il Budego è ricoperto di spine e creste, la bocca ha denti aguzzi e ricurvi. Passa gran parte del tempo a riposo sul fondo, in attesa di spalancare le fauci in attacchi quasi sempre letali.


- SCAZZONE
Lo scazzone (Cottus gobio) abita solo acque pulite e non sopporta gli agenti inquinanti: per questo motivo viene spesso usato dai biologi come indicatore di qualità dei fiumi e dei laghi. È l'unico appartenente agli Scorpeniformi a vivere in acqua dolce (soprattutto nell'Italia Centrale), anche se negli ultimi anni è entrato purtroppo nella categoria delle specie a rischio estinzione.


- RONDINELLA DI MARE
Visto dall'alto questo pesce ha tutta l'aria di una rondine. Corpo slanciato, pinne che sembrano ali aperte e testa piccola. A tutto ciò aggiungete anche il colore scuro e l'agilità nel nuotare nel Mar Tirreno e nel Mar Adriatico e il paragone è presto fatto.


Per altri pesci ancora più strani vi diamo l'appuntamento con Destinaziona Pesca, il documentario presentato da Roberto Ripamonti. Consultate la nostra Guida Tv per la programmazione e gli orari.



© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)