Le 10 auto piu' brutte della storia

Siete pronti alle nuove puntate speciali di Top Gear? Per i nostri amici di Alpha è in arrivo lo speciale Top Gear: The worst car in the history of the world! Jeremy Clarkson e James May ci guideranno - è proprio il caso di dirlo - nell'universo delle peggiori auto della storia. Tra i criteri di selezione vi saranno prezzo, estetica, prestazioni, successo commerciale, difetti riscontrati e tanti altri fattori. Intanto, vi diamo un assaggio dela puntata con qualche modello...non proprio inviadiabile.

10. FSO POLONEZ
Prodotta tra il 1978 e il 2002, la FSO Polonez copiava fondamentalmente i lineamenti della Lancia Delta integrandoli con una meccanica e una carrozzeria dai tratti sovietici. Chi la comprava faceva un passo indietro di dieci anni rispetto agli standard occidentali!



9. MAHINDRA CJ 540 JEEP


Nulla più di una scatoletta assemblata in India con evidenti limiti meccanici. Uno su tutti? Sull’asfalto è piuttosto lenta e rumorosa e di conseguenza sarete costretti ad utilizzarla solo nei deserti e nella giungla. Anche il prezzo nel 1947 sembrò elevato rispetto…alle vere Jeep!


8. FIAT MULTIPLA
Le rifiniture non sono proprio il massimo, i rivestimenti sono spartani e di bassa qualità, l’estetica lascia a desiderare. In passato per la versione 1.6 vi furono diverse lamentele per quanto riguarda i consumi, considerati fin troppo elevati per un’utilitaria.


7. CITROEN PLURIEL
Per aprire il bagagliaio il motore deve essere acceso, ma questo non è il vero problema. A fronte di un prezzo all’uscita nel 2003 di 15mila euro, l’estetica lascia a desiderare e le guarnizioni hanno dato più di un problema di infiltrazioni agli automobilisti. Colpiti dalla pioggia con la capote abbassata, inoltre, non c’era soluzione per evitare di bagnarvi!


6. FERRARI F50
A Clarkson e May non va proprio a genio questo modello e lo hanno dichiarato in più riprese. La motivazione va ricercata probabilmente nel costante confronto con la straordinaria F40 (il modello precedente) che ha spezzato il cuore a tutti gli appassionati della Ferrari. Su un punto, almeno, i due esperti di Top Gear hanno ragione: quei solchi scavati nel cofano della F50 sono proprio brutti.

5. FIAT DUNA
La Fiat Duna è uno dei pochi errori nell’onorata carriera di Giorgetto Giugiaro. Prodotta in Sudamerica negli anni Novanta sotto il nome di Fiat Premio, fu lanciata anche in Europa per un breve periodo riscuotendo solo insuccessi.  A prima vista sembra una Uno con un bagagliaio più capiente…motivo per cui a Top Gear l’hanno definita una delle auto più brutte della storia.


4. FERRARI MONDIAL
Nel 1980 i vertici della Ferrari lanciarono questo modello per celebrare la vittoria nel mondiale piloti e nel mondiale costruttori di Formula 1 dell’anno precedente. Il risultato, però, non fu soddisfacente: una sorta di quattroposti con un’elettronica mediocre e un motore da soli 214 CV. Molti la definirono la “entry level” delle Ferrari.

3. LEXUS SC 430
L’idea della Toyota di proporre un’auto di lusso al pari dei marchi rivali è fallita. Innanzitutto perché la casa nipponica ha dovuto richiamare i modelli alla base per risolvere un problema all’airbag anteriore suscettibile di esplosioni improvvise. Una 2 2 dal prezzo elevato, parafanghi gonfiati e quasi due tonnellate di peso.

2. CADILLAC CIMARRON
Cosa avesse la Cimarron della Cadillac nessuno lo sa. Basata sul pianale J della GM, questo modello grezzo negli Ottanta è stato umiliato dal punto di vista tecnologico dai competitors. Fu forse l’unica idea a basso costo uscita dagli ingegneri della casa di Detroit.

1. RENAULT DAUPHINE
Facciamo una premessa: la Renault riuscì a vendere 2 milioni di Dauphine tra gli anni Cinquanta e Sessanta. Come ha fatto? Erano gli anni in cui la società di massa scopriva l’automobile e non si curava più di tanto degli aspetti tecnici. Per raggiungere i 100km/h la Dauphine impiegava 32 secondi, il motore era da 30 CV e la tenuta di strada era da cardiopalma una volta superati i 50 km/h.

Con l'occasione vi ricordiamo l'appuntamento con lo speciale di Top Gear il 15 dicembre alle ore 16:00, in onda solo sul canale 59 del digitale terrestre. Consultate la nostra Guida Tv!



© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)