La moglie di Pablo Escobar: Victoria Eugenia Henao si racconta

Chiamatelo pure amore criminale quello tra Victoria Eugenia Henao e Pablo Escobar. La moglie del famoso narcotrafficante ha deciso di raccontare la propria storia in Ho sposato Pablo Escobar, l’avvincente libro targato Utet che ripercorre le vicende della famiglia Escobar negli Ottanta e Novanta. Pubblicato in Italia in anteprima mondiale, il libro racconta con un colpo di scena dopo l’altro la storia di Escobar, della sua famiglia e dei suoi traffici dal punto di vista della moglie, facendo immergere il lettore nelle guerre tra narcos, negli intrighi politici, ma soprattutto nei lati più intimi del criminale colombiano.

La Henao, lungi dall’essere quell’anonima ombra rappresentata nella celebre serie Narcos, è sempre stata una donna dal carattere forte, razionale e discreta. Vivere a fianco dell’uomo più potente del Sudamerica, padrone praticamente dell’intero traffico di droga tra Colombia e Stati Uniti, non deve essere stato per nulla facile. I quindici anni di matrimonio sono stati messi in crisi anche dai ripetuti tradimenti di Pablo tra i quali passò alla cronaca quello con la famosa giornalista Virginia Vallejo. Proprio la fine della relazione tra i due coniugi segnò l’inizio del declino del Patron, sempre più in preda delle manie di grandezze tra donne, spese folli, paranoie e manie di persecuzione che lo porteranno alla caduta.

I due si incontrarono per la prima volta quando Victoria aveva appena 12 anni vide e Pablo 23. Il giovane Escobar era a cavallo di una vespa bianca e rossa con il suo solito atteggiamento sfrontato. Dopo appena 3 anni, i due convolano a nozze, secondo la tradizione che vuole i ragazzini già legati dal vincolo del matrimonio. Ma cosa causò il colpo di fulmine? La donna nega di essere stata a conoscenza delle attività illegali del marito. Per anni sostiene di aver vissuto nella totale ignoranza dell’organizzazione portata avanti dal Cartello di Medellin e dagli associati. L’amore idilliaco si trasforma in odio nel momento in cui i fasti del lusso svelano il traffico internazionale di cocaina, gli omicidi e il giro d’affari che coinvolge narcos, funzionari pubblici, politici e agenti segreti.

Quell’uomo strafottente, ma allo stesso tempo fortemente legato alla famiglia, si rivela essere un criminale di primo ordine con una taglia sulla testa. Il libro, con una prosa scorrevole e di facile lettura, affronta la fase di passaggio in cui Victoria Eugenia Henao si trasforma in “la moglie di Pablo”, un processo che alla lunga la avvilisce come donna e come consorte.



Dopo la morte del celebre narcotrafficante, la famiglia Escobar è costretta a fuggire. I vertici del Cartello di Cali non permettono la permanenza in Colombia: prima il Mozambico e poi l’Argentina offrono validi punti d’appoggio per creare una nuova vita. Victoria Henao diventa Maria Isabel Santos Caballero, mentre il figlio Juan Pablo Escobar Henao prende il nome di Juan Sebastian Marroquin Santos. È l’inizio di un nuovo percorso che vuole prendere le distanze da un passato scomodo e ingombrante. Pur sempre nel ricordo del marito Pablo.

In queste memorie degli anni trascorsi a fianco di uno dei criminali più efferati e conosciuti di sempre, Victoria Henao racconta la sua storia senza alcuna pretesa di giustificare o addolcire la figura di Pablo Escobar. Dopo 25 anni di silenzio il suo racconto punta a scavare tra le sue esperienze senza tacere nulla, neanche i segreti fino a oggi rimasti assolutamente impenetrabili, puntando la lente di ingrandimento in un rapporto che è stato amore, adorazione, ossessione, ma anche dominio psicologico, violenza, dolore.

Da non perdere.



© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)