Galassie: le più spettacolari dell'Universo

Per noi comuni mortali, abituati alle luce della città, dei palazzi, delle strade e dei supermercati, è quasi impossibile immaginare un cielo in cui si possano vedere le stelle e le galassie.

Sembra quasi un mito, una vecchia fiaba folkloristica dei tempi remoti a cui siamo costretti a credere, ma di cui diffidiamo. In realtà in alcuni luoghi della Terra - come paesaggi alpini isolati, deserti, steppe dell'Asia Centrale, strade sterminate negli Usa, solo per fare qualche esempio - non è impossibile osservare la volta celeste in tutto il suo splendore.

E non sarà difficile identificare anche qualche galassia: non sono molte a dire la verità quelle osservabili dal nostro pianeta, ma comunque in numero sufficiente a farvi rimanere con gli occhi all'insù. In questo articolo passiamo in rassegna le galassie più spettacolari dell'universo sottolineando dove si trovano e se è possibile osservarle senza strumenti in una notte buia.

Iniziamo il nostro percorso da Andromeda, visibile ad occhio nudo dall'Italia soprattutto in estate ed autunno. È una galassia a spirale e si trova a circa 2 milioni di anni luce da noi: per scovarla bisogna guarda in direzione della costellazione di Andromeda, da cui appunto il nome.





La nostra Via Lattea, facente parte del Gruppo Locale (un insieme di galassie), ha sempre affascinato tutte le antiche civiltà. A partire dai greci che l'hanno associata al latte per via del suo colore biancastro. Poiché ci troviamo proprio all'interno di questa galassia, in uno dei sui bracci laterali, non possiamo avere una visione di insieme a 360 gradi, ma è comunque possibile osservare una fascia lattiginosa tagliare trasversalmente il cielo: la maggiore concentrazione di stelle nell'area vi farà capire che state guardando nella direzione giusta.



La galassia di Bode (anche nota come Messier 81) è, invece, una spirale di luci rosse e magenta intorno ad un centro color giallo-arancio. Puntando un binocolo potente o un piccolo telescopio verso la Costellazione dell'Orsa Maggiore potreste ricevere qualche soddisfazione. In alternativa, potete godervi le foto scattate dal telescopio spaziale Hubble a 12 milioni di anni di luce di distanza.



Forse alla maggior parte delle persone i codici NGC 4038/39 e C 60/1 non diranno niente, ma in realtà rappresentano i nomi delle stelle di due galassie interagenti chiamate Antenne. Scoperte alla fine del Settecento dall'astronomo tedesco William Herschel, le due spirali scambiano da centinaia di milioni di anni polvere di stelle e gas dando vita ad uno spettacolo dell'universo con nuove stelle in formazione. Per l'osservazione è necessario un telescopio rivolto verso la Costellazione del Corvo.



Lontanissima, ma non per questo meno bella, è Hercules A, una galassia più grande della Via Lattea di circa mille volte collocata nella Costellazione di Ercole. Ha una forma particolarissima simile a due gocce rosse (ricordiamo che la nostra percezione della forma e del colore è soggettiva) unite da un filamento.



Se i segreti dell'Universo stimolano la vostra curiosità, non perdetevi La storia dell'Universo, in onda solo su Alpha! Consultate la Guida Tv per la programmazione!



© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)