Il sentiero notturno


L’esperienza che voglio condividere risale a 10 anni fa, quando mi trovavo in vacanza in Liguria, precisamente a Corniglia, una delle Cinque Terre. Una sera dopo essermi fermato in un paesino vicino, persi la cognizione del tempo e – assieme a quella – anche l’ultimo treno per tornare a casa.
Mi trovavo quindi all’una di notte a 10 chilometri da casa, e avrei dovuto aspettare le 6 del mattino per il prossimo treno verso Corniglia. Ma è proprio nelle situazioni difficili che si vede l’uomo Alpha che c’è in ognuno di noi, e pertanto decisi di tornare a piedi nell’unico percorso disponibile: un sentiero montano impervio e soprattutto non illuminato, dato che solitamente viene usato dagli amanti del trekking per escursioni diurne.
E così, armato di torcia dello smartphone, ho camminato 10 chilometri nel buio della notte, evitando qualche simpatico scoiattolo e qualche meno simpatica biscia. Verso le 3.30 sono riuscito a tornare a Corniglia, molto stanco ma allo stesso tempo soddisfatto della mia piccola impresa.

Danilo M.











© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)