Aldo Montano e l'emozione del primo oro olimpico

Partecipare alle Olimpiadi è il sogno di ogni atleta. Tanto più quando i cinque cerchi sono nella storia della sua famiglia, come nel caso di Montano. Tuttavia né il nonno né il papà di Aldo Montano erano mai riusciti a conquistare il gradino più alto del podio olimpico.

Il cammino verso il podio fu incredibile ed emozionante. Erano, infatti, 84 anni che il medagliere italiano non vantava una medaglia d'oro nel torneo di sciabola individuale.

Dopo una battaglia incerta, che aveva visto i due contendenti superarsi e rimontare più volte, Montano sembrava ad un passo dalla sconfitta quando il suo avversario, lo schermidore ungherese Nemcsik, riuscì a mettere a segno il punto numero 14, lasciandolo indietro di un punto.

L'ungherese era pronto a conquistare il punto della vittoria, quando Aldo riuscì a rimontare sfoggiando un colpo magistrale: una linea identica a quella impiegata in pedana da suo padre Mario alle Olimpiadi di Montreal del 1976. Con solo un altro punto e Montano riuscì ad assicurarsi la vittoria, coronando così il sogno di una vita.

Non perdere la puntata di Campi di Battaglia dedicata ad Aldo Montano. Scopri tutti gli appuntamenti sulla nostra Guida TV.



© Copyright De Agostini Editore 2017 - P.IVA 01689650032
De Agostini Editore S.p.A., sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)